Obey, più di un semplice marchio

Donna In Negozio News Uomo

Come mai il faccione di André The Giant compare sulle tshirt e sulle felpe della Obey Clothing? E può un tizio noto per aver realizzato degli adesivi con il faccione di André The Giant diventare uno degli artisti più influenti del pianeta? E ancora: qual è il filo rosso che lega Barack Obama ad André The Giant? Ma soprattutto: chi cavolo è André The Giant? Eh no, un momento, a quest’ultima domanda ci rifiutiamo di rispondere: se non sapete chi è André The Giant vuol dire che avete sprecato la vostra infanzia. Quanto al resto, invece, abbiamo una storia da raccontarvi.

Corre l’anno 1989, Shepard Fairey è un giovane studente di design a Providence, Stati Uniti. E’ appassionato di Stickers, adesivi, li considera un mezzo di espressione e marketing formidabile. Un giorno ha un’intuizione: tappezza la città con un adesivo che ritrae il faccione del lottatore di wrestling André The Giant e la scritta “André The Giant has a posse”. Le reazioni sono contrastanti, c’è chi la considera una figata, chi invece non ne capisce il senso, ma in breve tempo l’iniziativa viene replicata in ogni angolo degli States. Fairey spiegherà che l’obiettivo di quella campagna era spingere i cittadini a farsi domande su ciò che viene loro proposto e imposto dalla pubblicità.

Il faccione del gigante catturava l’attenzione, senza però dirci cosa comprare, chi votare, che musica ascoltare. Da questo input sarebbe dovuta scaturire la riflessione e la voglia di rimettere tutto in discussione.

Obey Giant diventa una celebrità e Fairey prende quota come artista. Collabora con importanti musicisti per manifesti e copertine di album (su tutti Led Zeppelin e Pharrel Williams), ma è nel 2008 che la sua fama tocca l’apice e cioè quando realizza il celebre manifesto Hope, che ritrae l’allora candidato democratico Barack Obama in corsa verso la Casa Bianca. Un vero e proprio Endorsement, ma in pieno stile street art: i manifesti furono affissi abusivamente in ogni angolo del Paese e sia l’artista che il futuro presidente degli Stati Uniti negarono con forza che quella collaborazione fosse stata in qualche modo studiata o commissionata.

Solo dopo il voto, Obama scrisse una lettera a Fairey, ringraziandolo per il contributo dato alla campagna. C’è chi sostiene, infatti, che quell’operazione di marketing abbia spinto il 5% degli elettori a votare per il candidato democratico.

Nel 2001 Fairey lancia la sua linea di abbigliamento Obey Clothing: street & skate wear pensato per un pubblico giovane, alternativo e creativo. Una operazione commerciale, certo, ma anche il modo per far arrivare la sua arte alle persone, attraverso tshirt, cappelli e felpe. Gli abiti di tutti i giorni possono essere un grande veicolo per esprimere un pensiero, esattamente come le sono le tele o i muri.

Proprio in questi giorni è stata lanciata la nuova collezione in collaborazione con l’etichetta Wildfang (da sempre legata alle tematiche femministe) che ha come parole d’ordine speranza, resistenza e ribellione, e come tratti distintivi mani che esprimono il gesto dello Shaka, del cuore, della pace, il dito medio. Non a caso il lancio coincide con il primo anniversario della presidenza Trump e della grande marcia di protesta delle donne che lo ha accompagnato.

A giorni arriverà anche sui nostri scaffali, quindi tenetevi pronti.

Che Barba!

Mostre Uomo

Lo scorso 3 ottobre centinaia di uomini barbuti hanno invaso il piccolo villaggio austriaco di Leogang per prendere parte al Campionato Mondiale di Barba e Baffi 2015.

Le categorie a cui ci si può iscrivere sono 3: baffi , barba parziale e barba totale.

I campionati sono ospitati dalla World Beard e Baffi Association (WBMA) . La prima gara si è svolta in Germania nel 1990, in un epoca pre-hipster che scagiona questa competizione dall’essere una moda del momento. Ogni anno le edizioni sono due, quella europea a Leogang e quella americana a New York.

Abbiamo selezionato alcune immaggini di questi incredibili personaggi perchè oltre alla bizzarra peluria hanno sempre un look fantastico (è proprio il caso di dire, da leccarsi i baffi!).

Tutte le immagini sono del fotografo Jan Hetfleisch.

world-beard-moustache-championship-austria-17 world-beard-moustache-championship-austria-2 world-beard-moustache-championship-austria-22 world-beard-moustache-championship-austria-8 world-beard-moustache-championship-austria-20 world-beard-moustache-championship-austria-3 world-beard-moustache-championship-austria-7 world-beard-moustache-championship-austria-9 world-beard-moustache-championship-austria-11 world-beard-moustache-championship-austria-12 world-beard-moustache-championship-austria-16 world-beard-moustache-championship-austria-89 world-beard-moustache-championship-austria-15 world-beard-moustache-championship-austria-5 world-beard-moustache-championship-austria-10 world-beard-moustache-championship-austria-14 world-beard-moustache-championship-austria-coverimage

Urban Style

Militaria News Uomo

Per gran parte della sua storia il pantalone è stato stretto in fondo poichè segue naturalmente la linea della gamba e tende a slanciare la figura, giovando quindi a chi non è dotato di una statura molto alta.  Oggi l’evoluzione del concetto comodo e street dell’urban style conquista sempre più spazio sgomitando non solo tra campi da basket new yorkesi! Parole d’ordine versatilità,fluidità e ricercatezza anche con l’elastico in fondo ben lontana la tuta da domenica sportiva! Non siete convinti? Guardate questo video poi venite a trovarci!

Buona Visione!

Pitti Immagine Uomo 84

Mostre Uomo

Giunta ormai alla sua 84esima edizione Pitti Immagine Uomo, dedicata alla collezione P/E 2014, ha il vanto di essere una tra le manifestazioni di moda più importanti del mondo. Si è svolta dal 18 al 21 giugno presso Fortezza da Basso ed è stato un originale turbinio di colori e un tuffo nel made in Italy raffinato caratterizzato da una qualità senza paragoni!

Noi di Gigolè c’eravamo, pronti a cogliere lo spirito modaiolo del momento e sintonizzarci con il futuro dello stile! Se volete dare una sbirciatina da vicino alle proposte vi consigliamo questo video/ Buona visione da Gigolè!

STAY STYLISH

Il colore e la gloria

Donna Uomo

L’evento più atteso dell’estate per l’alta società britannica è sicuramente la Royal Ascot, la celebre corsa di cavalli purosangue istituita dalla Regina Anna nel 1711 che si terrà, come ogni anno, dal 18 al 22 giugno presso l’ippodromo di Ascot.

Qui vi presentiamo la style guide uomo e donna proposta per l’evento: il dress code è complesso e sofisticato e per evitare equivoci gli organizzatori hanno creato un pratico video con i consigli per un look appropriato.

Attenzione però, chi non si attiene alle regole non potrà entrare, se avete già prenotato i biglietti e temete che il vostro outfit non sia all’altezza non preoccupatevi, da Gigolè sapremo come aiutarvi!

 

This is Caveman

News Uomo

Caveman, è un nuovo progetto olandese di storytelling che indaga  l’incontro tra la virilità dell’uomo e lo stile nella società contemporanea.

Lo stile è una ricerca, non avviene automaticamente ma è frutto di un processo di crescita come l’evoluzione dall’adolescenza alla maturità in cui la stravaganza, la trasgressione, il gusto personale si trasformano senza paure in classe e stile.

Vi presentiamo il video introduttivo del progetto Caveman al quale seguono i primi due affascinanti capitoli del racconto.

Se vi sentite di esser nati senza un naturale senso dello stile non preoccupatevi: fatevi aiutare da Caveman o, anche meglio, venite a trovarci!

Buona visione!

Scalzisti con le scarpe

In Negozio Uomo

Da questa stagione da Gigolè troverete anche le Vibram Fivefingers delle innovative

calzature nate come sollievo per chi decida di intraprendere le infinite vie dello “Scalzismo”, barefooting per gli anglofoni o per coloro che parlano italiano corretto: gimnopodismo.

Da quando le Vibram FiveFingers sono state introdotte nel mondo delle calzature è stato l’inizio di una rivoluzione su vari fronti.
Per la prima volta, gli atleti attivi all’aperto e professionisti del fitness sono stati in grado di provare la sensazione e la libertà di andare a piedi nudi con la presa di protezione e passo sicuro di una suola in gomma Vibram.

Gli adepti al mondo Vibram dicono di sentirsi più collegati alla terra e più in sintonia con i loro corpi. Altri dichiarano di aver scoperto un maggiore senso di equilibrio e agilità. Oltre ai molti benefici per la salute, come ha riferito il miglioramento della postura e meno dolore schiena. A noi di Gigolè, sembra un bel modo di andare a spasso per il mondo.

Sul sito VibramFivefingers trovate un folto catalogo di racconti di entusiasti utilizzatori di queste magnifiche scarpe che potete esplorare.

Se vi siete convinti e volete comprarle all’istante, trovate qui il primo modello che ci hanno consegnato.
Se invece volete anche misurarle e farci un giro sapete dove trovarci.